Decalogo del Maestro

(Tratto dal libro “Tango” di Mauro Zompa, AITA 2011)

  1. Prima di ogni lezione ricorda che per i tuoi allievi sarai un modello da imitare e di conseguenza cerca di essere un buon esempio specialmente di umiltà
  2. Mostra sempre agli allievi ad ogni lezione quali sono le caratteristiche prinicipali del tango: l’uomo guida e la donna segue, i piedi e i passi servono solo dopo aver segnalato con il busto la direzione da seguire, meglio pochi passi ballati a tempo e in armonia che sequenze strampalate senza capo nè coda, la milonga intesa come sala da ballo è l’habitat naturale del tango è tutto il resto è solo il contorno
  3. Specialmente all’inizio la posizione aperta è prioritaria per far trovare ai ballerini il proprio equilibrio, l’abbraccio chiuso va cercato gradualmente.
  4. Ricorda a tutti, in ogni lezione, l’importanza dei movimenti basilari senza i quali non si progredisce
  5. Dimostra sempre che si può ballare anche semplicemente camminando e già dalla prima lezione gli allievi devono praticarlo in sala
  6. Dovrai mostrare, ogni passo che insegnerai, con diverse interpretazioni musicali usando un linguaggio semplice e comprensibile
  7. Cerca di personalizzare la tua didattica verso gli allievi. Non sono tutti uguali, non avere fretta nel trasmettere figure e sequenze ma concentrati sul correggere i difetti uno alla volta in modo chiaro (troppe informazioni tutte insieme creano solo confusione) dando sempre la precedenza alla risoluzione dei problemi sui movimenti base.
  8. Non essere mai geloso dei tuoi allievi e lasciali liberi di girare e confrontarsi anche con altri (alla fine questo verrà sempre apprezzato)
  9. Non parlare mai male dei colleghi o della concorrenza davanti agli allievi (tutti siamo stati allievi e principianti più o meno capaci)
  10. Essere maestro non vuol dire avere acquisito tutto il sapere. Dovrai sempre cercare di migliorarti come ballerino e come insegnante aggiornandoti costantemente, non smettendo mai di studiare e praticare. Solo in questo modo sarai riconosciuto come un maestro.

I commenti sono chiusi